LA CAPPELLA DI S. ROCCO
A CODIVILLA

La cappella sorge al di fuori del concentrico nella località Codivilla, in adiacenza allo stradale e presso l’imbocco del percorso che conduce al borgo. Come indica la scritta sulla porta d’ingresso («Divo Rocho»), è dedicata a San Rocco, protettore dalle ricorrenti epidemie soprattutto pestilenziali. La cappella è già segnalata nell’atto della visita pastorale del 1573 del vescovo di Alba mons. Marino («Item capella Sancti Rochi»). In effetti, proprio a seguito della peste del 1630-1631, nel 1637 viene ricostruita dalla comunità di Gorzegno con il sostegno dei marchesi Del Carretto.

Nell’Indagine diocesana del 1869 il parroco don Del Pero la riferisce «Interdetta perché minaccia rovina», nonché senza cappellano ed inutilizzabile per il Santo Viatico. Tuttavia viene ripristinata in seguito, tant’è che da molto tempo vi si facevano le funzioni religiose nel primo giorno delle popolari rogazioni rituali e nella festa di San Marco.

N.24